Casa Tocal

La scuola sta per ricominciare e quest’anno - più che mai - i nostri figli avranno la necessità di “ripartire” con il piede giusto. Iniziamo dalla tavola.  
20200907-link

Un nuovo anno scolastico, affrontalo con la giusta alimentazione 

La scuola sta per ricominciare e questanno – più che mai – i nostri figli avranno la necessità di ripartirecon il piede giusto. Per farlo bisogna iniziare dalla tavola.  

In linea generale i genitori dovranno impegnarsi  far seguire ai propri bambini o adolescenti una dieta sana ed equilibrata, non monotona, che alterni ogni giorno tutti i nutrienti in quantità adeguate. Per alimentarsi correttamente la prima cosa da fare è definire degli orari. Troppo spesso, infatti, nel periodo di vacanza non si rispettano le ore dei pasti, né quantomeno del sonno. Per aiutare i bambini e i ragazzi a riprendere con serenità i ritmi scolastici è bene iniziare subito a stabilire delle regole alimentari. 

Mai saltare la colazione

Arrivare quasi a digiuno fino allora di pranzo rallenta lapprendimento, perché riduce la capacità di concentrazione, oltre che favorisce il nervosismo e lirritabilità. Il latte – se non in casi di intolleranza – non dovrebbe mai mancare sulla tavola della colazione dei giovani studenti. Il calcio contenuto in questo alimento è fondamentale per lo sviluppo osseo. Ad accompagnarlo una fetta di pane e marmellata o miele. Questultimo – soprattutto – fornisce energia per un periodo prolungato. Il fruttosio contenuto nel miele, infatti, viene metabolizzato dal fegato e agisce come se fosse una riserva energetica. I carboidrati (in questo caso quelli del pane), invece, vengono sfruttati come energia immediatamente dallorganismo.  

Per quanto riguarda lo spuntino di metà mattinata e la merenda devono essere leggeri e genuini, evitando cibi arricchiti di zuccheri semplici o grassi saturi: ottime idee sono frutta fresca e secca. 

A pranzo

Subito dopo il rientro da scuola è consigliabile un piatto unico. Meglio se pasta o riso conditi con verdure, legumi o proteine animali. Il segreto è quello di variare spesso e di giocare un pocon la fantasia. A cena, per evitare di appesantirsi eccessivamente si può optare per un secondo di carne o Non andrebbero saltati neanche gli spuntini della mattina e del pomeriggio. Questi spezza-famesono unottima abitudine che permette di fare il pieno di energie e di mantenere alta la concentrazione. Una corretta alimentazione, poi, dovrebbe andare di pari passo con un regolare esercizio fisico (per quanto possibile all’aria aperta) e con una riduzione della vita sedentaria, soprattutto delle ore trascorse davanti alla televisione o al computer. 

Per riposare al meglio e svegliarsi più carichi al mattino sarebbe consigliabile evitare insaccati, torte con la panna o farcite, panna, burro e besciamella. Seguire unalimentazione corretta non vuol dire privarsi di momenti di piacere, ma vuol dire essere consapevoli e sapersi regolare e gestire nellassunzione dei cibi spazzatura.